Gestione dei conflitti

Nel mondo industriale moderno, attraversato dal contesto di crisi, è facile imbattersi con una certa frequenza in conflitti relazionali che, spesso, non sono il risultato di un disagio organizzativo o strutturale, quanto più la misurazione dell’individualismo e della presenza di posizioni dei singoli a discapito di obiettivi collegiali o di gruppo.

Tutto ciò crea una dispersione temporale notevole in trattative, necessarie riappacificazioni, gestioni organizzative del gruppo di lavoro.

Conoscere il conflitto per anticiparlo e talvolta evitarlo, conoscere le emozioni ad esso connesse, consente di gestire relazioni prive di risentimento.

La capacità di negoziare senza strappare, scegliendo le tecniche più appropriate e riconoscendo quelle altrui, rappresenta uno strumento successivo al conflitto e anch’esso decisivo per svolgere con successo la propria attività.


Obiettivi
L'obiettivo del corso è quello di imparare a riconoscere che cosa origina il conflitto. In particolare offrire l'opportunità di considerare che l'origine del conflitto può dipendere dal punto di osservazione che ciascuno di noi ha. In tal senso, l'obiettivo si declina nel far sperimentare ai partecipanti gli strumenti dell'ascolto e delle domande "potenti". Un ulteriore obiettivo del corso è quello di imparare a riconoscere le emozioni e saperle descrivere. Il corso costituisce l’opportunità di imparare a negoziare al meglio delle proprie capacità e, grazie all'analisi e alla valutazione delle diverse performance negoziali dei partecipanti, contribuire a fornire il feedback necessario per identificare i punti di forza e le aree di miglioramento individuali.


Durata dell’intervento
L’intervento formativo prevede 12 ore di formazione: 8 in una prima giornata e 4 di follow-up.


Contenuti

Cos’è il conflitto e da cosa si origina
Il ruolo della percezione
I filtri della comprensione e le credenze

Come prevenire il conflitto:
Soggettività e ascolto: i livelli di ascolto e l'ascolto attivo
Generare il contesto in cui dare vita ad una conversazione
Le domande: la loro importanza e la tecnica con cui formularle al fine di renderle utili e costruttive
Il linguaggio genera la realtà: i cinque atti del linguaggio e il concetto di distinzione linguistica
Intelligenza relazionale
Riconoscere e definire le emozioni

Risoluzione costruttiva del conflitto
Cos'è la negoziazione
La negoziazione ragionata
La negoziazione secondo il modello di Fisher e Ury


Metodologia
La metodologia utilizzata alterna momenti d’aula frontale interattiva, attraverso l'utilizzo di casi e filmati, e momenti pratici in cui le risorse partecipanti possono allenarsi. In particolare sono stati pensati e strutturati strumenti di lavoro ed esercitazioni che rappresentano uno spunto di riflessione per i partecipanti.

Nello specifico il corso è costruito in maniera modulare, ovvero ad ogni momento di aula frontale, caratterizzato dai modelli teorici, viene proposto un esercizio ideato per quel particolare tema.

DIAMO I NUMERI

  • 480
    ore
    di formazione

  • 436
    persone
    formate

  • 18
    percorsi
    di coaching

  • 390
    ore
    di coaching