‹ torna indietro
PORTARE AL TRAGUARDO I BUONI PROPOSITI

Nuovo Anno, nuovi propositi, nuove dichiarazioni, nuove speranze e statisticamente nuovi obiettivi mancati! Perche'?

Ogni inizio d'anno e' tradizionalmente caratterizzato dai nuovi propositi, impegni dichiarati pubblicamente di voler raggiungere un obiettivo. Il passare dei mesi e del tempo vede statisticamente aumentare la possibilita' di insuccesso e il tasso di abbandono. Perche' ? Ascoltando coloro che abbandonano emerge come la quotidianita' sia spesso fonte di contrasto al raggiungimento e la costanza del procedere non appartenga a questi profili. Quali aiuti e quali soluzioni ? Le neuroscienze e il coaching insegnano che al fine di raggiungere un obiettivo e' fondamentale imparare a visualizzarlo, trasformando la nostra visione in un credo. A questo primo importante step ne seguono altri, altrettanto importanti. Per poter raggiungere un obiettivo e' fondamentale accompagnare il nostro percorso con un piano di lavoro e di esercizio quotidiano. La temporalita' diventa una variabile da considerare con molta attenzione; e' importante scandire il tempo con traguardi intermedi, concedersi la possibilita' di definire dei range di raggiungimento. Come gestire le variabili contrastanti, i vincoli e gli ostacoli. Questi vanno considerati il piu' possibile nel progetto iniziale affinche' non diventino cosi' manifesti da essere definiti erroneamente imprevisti. Talvolta il mancato successo e' dovuto alla mancanza di una adeguata dose di motivazione personale; in questo caso se pensate di aver bisogno di un sostegno o di un confronto non esitate a contattarmi.